martedì 14 aprile 2015

Il Salone del Mobile 2015

Si apre con una strategica alleanza nel mondo del design la settimana che anticipa l’apertura del Salone del Mobile 2015.
E’ infatti notizia di questi giorni il raggiungimento di un accordo per l’integrazione delle società Boffi e De Padova .
Boffi, il prestigioso brand italiano di cucine e bagni, entra al 100% nel capitale di De Padova, azienda icona dell’arredo design nel mondo. A sua volta De Padova acquisisce il 7,5% delle quote azionarie di Boffi diventandone il secondo maggior azionista.
Quest’importante operazione vedrà i due marchi mantenere inalterata la propria identità, per creare una piattaforma del design di eccellenza totalmente integrata e complementare: dai bagni ai letti e alle armadiature, dalle cucine agli imbottiti e ai complementi.
L’operazione porterà Boffi e De Padova a collaborare in modo molto stretto allo sviluppo di un percorso di forte internazionalizzazione già da tempo intrapreso da entrambe le aziende, con l’obiettivo di sostenere il “saper fare italiano” nel mondo, formando un gruppo dalla capacità di penetrazione capillare, nel domestico e nel contract.

Dal 14 al 19 aprile Fiera Milano ospiterà la 54esima edizione del Salone Internazionale del Mobile, aperta agli operatori ogni giorno dalle 9.30 alle 18.30 e al pubblico nelle giornate di sabato 18 e domenica 19 aprile.

Dopo un’edizione 2014 ricca in termini di design e materiali, quella che si sta per aprire dovrebbe essere un’edizione proiettata al futuro e nello specifico un nuovo incontro tra l’innovazione e l’ambiente domestico. Ciò che gli addetti al settore sperano è che possa ispirare nuove soluzioni, partorire nuovi gusti e solleticare nuove idee; la capacità del Salone di attrarre il meglio dell’industria rappresenta la materia prima su cui applicare tutte queste speranze e la crisi potrebbe essere anche fattore scatenante in grado di esplodere nuova creatività.

La tecnologia può essere applicata ad arredi e complementi d’arredi. La casa, dove i pulsanti diventano app, le lampadine sono contestualizzate in “scenari” e lo smartphone diventa un telecomando per il controllo di tutto, diventa più a misura d’uomo ed in grado di rispondere meglio alle esigenze di chi vive l’ambiente domestico.

Il modo in cui la tecnologia plasma, muta e ricompone lo spazio è forse una riflessione che il Salone del Mobile 2015 può ben analizzare grazie ad Euroloce, mostra biennale del Salone.
Le nuove tecnologie introducono infatti nuove esperienze sensoriali e nuovi modi di vivere la realtà, come lampade che, oltre a far luce, propongono illuminazione con colori cangianti, prese USB per caricare device esterni, connettività per il controllo remoto, speaker audio o altro ancora. Anche la lampada, uno degli elementi più tradizionali che si possano immaginare nel complemento d’arredo, è al centro di un esperimento collettivo che volge ad integrare l’oggetto in qualcosa di differente per rendere promiscuo e variegato l’utilizzo degli elementi.

Euroluce, evento nato come esposizione per installatori e progettisti, sarà dunque uno dei punti cardinali dell’edizione 2015 diventando vetrina per designer e utenti, ai quali presentare le novità che i migliori creativi hanno pensato per fare in modo che la casa possa essere realmente a propria immagine e somiglianza.

A raccontare queste novità anche ai non addetti al settore, saranno gli ormai imperdibili eventi organizzati dal Fuori Salone, che trasformeranno Milano in un enorme salotto aperto a tutti in attesa dell’inizio dell’Expo.

Per la lista completa degli appuntamenti consiglio di consultare http://fuorisalone.it/2015 o scaricare direttamente l’app.

Nessun commento:

Posta un commento

UA-69616424-1